Come Essere e Rimanere Motivati in un Progetto, nel Lavoro e nella Vita

Motivazione

Sei hai cliccato questo articolo, anche tu hai subito gli effetti di un calo di motivazione, o  qualcuno attorno a te è meno motivato, e stai cercando una guida su come rimanere motivati.

Ma che cos’è la motivazione?

Una rapida ricerca su google ci permette di capirlo in pochissime parole

La motivazione è l’espressione dei motivi che inducono un individuo a compiere o tendere verso una determinata azione. Da un punto di vista psicologico può essere definita come l’insieme dei fattori dinamici aventi una data origine che spingono il comportamento di un individuo verso una data meta; secondo questa concezione, ogni atto che viene compiuto senza motivazioni rischia di fallire. – Wikipedia

Qualora il concetto qui riportato risulti vago, è possibile riassumere in poche parole il significato della parola motivazione:

La motivazione è il motore delle tue azioni.

Rimanere motivato è uno dei punti chiave nella vita, che ti permetteranno di raggiungere qualsiasi obiettivo e superare qualsiasi ostacolo.

Dai progetti più piccoli a quelli più grandi, senza motivazione ogni progetto sarà destinato al fallimento.

Nel mondo del lavoro, questo è ancora più vero: i datori di lavoro sanno che devono tenere i propri impiegati motivati, perché una persona motivata lavora in maniera completamente differente, produce di più, e stimola la produttività altrui.

Che succede quando si è più motivati?

Prima di tutto, si ha una conseguenza evidente:

Qualsiasi azione viene compiuta con più attenzione e considerazione.

Parlando in senso generale è possibile notare un aumento della produttività nel comportamento del proprio impiegato. Per esempio:

  • Il lavoratore cercherà di risolvere un problema o terminare il proprio lavoro seguendo la maniera più corretta e non la più rapida.
  • Sarà più attento alla qualità del proprio lavoro
  • Ci sarà un aumento, in quantità, della produzione.
  • Motiverà altri lavoratori grazie alla propria presenza e buonumore.

Un aumento del morale porterà ad ottenere ottimi risultati quasi a costo zero.

Ma quali sono le fonti d’ispirazione che motivano le persone sul luogo di lavoro?

Il salario è spesso ritenuto uno dei più grandi motivatori per i lavoratori, perché gratifica il loro lavoro con qualcosa di quantificabile.

Aumentare i salari è LA soluzione? Assolutamente no.

Per quanto sia giusto aumentare i salari, un aumento del guadagno medio non è minimamente sufficiente a soddisfare pienamente un lavoratore ed è stato provato da vari studi che la motivazione guadagnata grazie ad un aumento salariale tende a scendere vertiginosamente mese dopo mese. E allora cosa bisogna fare?

Per migliorare l’efficienza e la qualità del lavoro dei lavoratori, il manager deve rispondere ai bisogni interni ed esterni del proprio sottoposto.

Motivi esterni possono essere l’ambiente di lavoro, il rapporto con i colleghi e il rapporto con il proprio capo.

Ma è difficile motivare se stessi e gli altri?

Non esiste un colpo di bacchetta che migliori il morale, ma bisogna trovare la propria maniera di motivarsi giorno dopo giorno.

Mantenere alto il morale può essere difficile anche nelle migliori circostanze. Come fai a rimanere motivato quando hai mille cose da fare, problemi in casa o problemi di salute?

“La gente spesso dice che la motivazione non dura a lungo. Ecco, lo stesso si può dire di un buon bagno, ecco perché la consigliamo ogni giorno. – Zig Ziglar”

Come ci consiglia Ziglar, è necessario una dose giornaliera di motivazione per arrivare alla vetta.

Ma nella pratica, come possiamo riuscire a motivarci nelle varie fasi della nostra vita?

In questo articolo parleremo di come rimanere motivati durante un progetto, nel mondo del lavoro o nella propria vita.

Come motivarsi a seguire e concludere un progetto

Navigare

Alcuni progetti possono sembrare delle montagne impervie da scalare, e spesso ci manca la motivazione per poter raggiungere il traguardo nei tempi stabiliti.

“Le piante e i fiori sono come i nostri progetti: alcuni non si sviluppano, altri crescono quando meno ce lo aspettiamo. – Romano Battaglia”

Quando un progetto compare all’orizzonte, ci sono alcune maniere di affrontarlo, ma tutte hanno bisogno di una buona dose di motivazione.

Ecco qui una lista di 6 punti da seguire per poter finire qualsiasi progetto:

1 – Scegli l’obiettivo del progetto e visualizza come arrivarci fin nei minimi dettagli.

Il primo passo è comprendere esattamente quello che si vuole da proprio progetto.

Così come gli atleti visualizzano il loro obiettivo ancora prima di raggiungerlo, anche chi segue un progetto deve rimanere con gli occhi sulla linea d’arrivo.

Lo so, sembra banale, ma spesso le cose banali sono quelle più ovvie: quando ci si concentra sulla fine, si riesce a rimanere motivati a lungo.

Una maniera semplice di riuscire a ricordarsi dell’arrivo è di segnarsi i vantaggi che si potranno ottenere una volta terminato il proprio progetto.

2 – Fai una lista delle ragioni che ti spingono verso quella meta.

Nella nostra vita di tutti i giorni, è facile dimenticare le ragioni dietro ad un progetto e quindi perdere di vista l’obiettivo finale.

Ogni “perché” è una motivazione che permette di andare avanti.

Molti studi provano che scrivere a mano coinvolge di più il nostro cervello e lo rende più attivo e concentrato durante il processo di scrittura. Proprio per questa ragione moltissime persone hanno una memoria “da penna”: scrivere fissa quello che si sta pensando.

3 – Crea dei mini obiettivi

è difficile rimanere positivi e motivati quando un progetto è lontano dalla sua realizzazione. Proprio per questa ragione fissa degli obiettivi finali.

Ad ogni obiettivo raggiunto premiati con una ricompensa.

“La più grande fonte di stress nella nostra vita – ci spiega il “motivational speaker”  Tony Robbins, un guru nel campo della motivazione – viene dall’impressione di avere un numero impossibile di cose da fare. Se  stai progettando qualcosa e provi a fare tutto fin da subito, ti sentirai estremamente sopraffatto.”

Per questa ragione spezzetta il progetto in piccolissimi pezzi, realistici da ottenere, e terminali uno alla volta.

E dopo premiati, ovviamente.

4 – Prepara una strategia, ed accetta che dovrai cambiare rotta.

Perchè ci si dovrebbe preparare a cambiare strategia? La risposta ce la dà Thomas Edison.

“La miglior maniera di riuscire a fare qualcosa e sempre quella di provarci ancora una volta. – Thomas Edison

Alcune volte sarà possibile trovare un problema insormontabile, che non permette di seguire il piano prestabilito per terminare un progetto. E che si fa? Semplicemente si cambia rotta.

5 – Chiedi aiuto

Anche se “chi fa da sé, fa per tre”, è sempre importante sapere che ci sono persone che possono aiutarti. Chiedi a chi ti è accanto, un collega di lavoro, il tuo capo o un tuo amico, di aiutarti.

Farsi aiutare è importante, ma è ancora più importante scegliere le  persone giuste.

Segui la regola “the right tool for the right job”: scegli sempre “l’attrezzo” più giusto per un determinato lavoro, in modo che se ne possa trarre sempre il maggior beneficio.

6 – Prevedi i cali di motivazione

Prepararsi per i cali di motivazione è un aspetto importante, e non vuole dire che ci si stia già arrendendo, anzi!

Un calo di motivazione è inevitabile, e bisogna prepararsi a questi momenti con dei  rinforzi positivi.

Pensa a quello che hai fatto fino adesso, pensa al tuo obiettivo e pensa ai tuoi “modelli” di motivazione, ma soprattutto relativizza: ci sono persone che combattono malattie mortali oppure sono in situazioni disastrose.

Come restare motivato nel lavoro

Timone

Questa sezione è dedicata sia ai datori di lavoro, sia a chi vuole diventare un leader.

Riuscire a rimanere motivati e a motivare gli altri è estremamente difficile, ma è uno dei punti chiave che definiscono i veri leader e li distanziano dagli altri.

Diventa il leader di cui hai bisogno.

Ma come si mette in pratica una buona cultura del lavoro? Lo vediamo subito.

1 – Crea la figura del leader

Un capo con i fiocchi ti protegge sempre le spalle e pensa ai tuoi interessi: mostrando queste due caratteristiche sarà possibile vincere la fiducia e la motivazione dei tuoi sottoposti.

Quali sono le regole per una buona leadership? Poche ma semplici

Dai sempre feedback diretto, non trattare i tuoi sottoposti come subordinati e falli sentire inclusi nei momenti importanti.

Un buon Leader è uno strumento di motivazione eccezionale, che produce e riceve ispirazione.

2 – Falli sentire rilevanti

Al giorno d’oggi nessuno si sente apprezzato e riconosciuto per il proprio lavoro e tutti i lavoratori si sentiranno motivati cercando di essere apprezzati.

Un lavoratore cerca nuove maniere di imparare, migliorare le proprie abilità ed investire in sé stesso.

Proprio per questo motivo è importante che i leader capiscano che è necessario conoscere le capacità dei propri sottoposti per dare ad ogni persona il giusto lavoro che la faccia “brillare”.

3 – Proponi scatti di carriera (quando meritati)

Come l’aumento di salario, lo scatto di carriera è una maniera classica per aumentare il morale degli impiegati. Tutti gli impiegati sono pronti a lavorare di più per raggiungere un nuovo posto di lavoro e, una volta proposta la possibilità di un avanzamento di carriera, tutti i lavoratori cercheranno di raggiungerla con uno sforzo in produttività.

Ricorda che se un impiegato è rilevante, questo non significa che debba essere promosso.

Proprio per questa ragione aiuta i tuoi impiegati a diventare la persona giusta per occupare il posto di lavoro che stai proponendo loro.

4 – Prometti un futuro stabile

Tutti (o quasi) cercano sicurezza e stabilità e, dopo la crisi che ha accentuato il senso di paura per un futuro insicuro, moltissimi sono alla ricerca del famoso posto fisso.

Prometti un futuro stabile a chi si merita di rimanere in azienda e, quando è il momento, mantieni la tua promessa.

Non c’è niente di peggio di una falsa promessa: quando si decide di motivare un impiegato promettendo un contratto fisso e dei vantaggi da “senior”, è importantissimo mantenere la promessa fatta, altrimenti si rischia di perdere tutta la propria credibilità nella propria azienda o nel proprio team.

Come restare motivati nella vita di tutti i giorni

pillole

Quest’ultima parte è dedicata a tutti quanti: che tu sia un capo d’azienda o che decida di vivere una vita da freelancer, hai bisogno di essere una persona motivata e non lasciarti trasportare dagli avvenimenti della vita senza una protezione emotiva.

Che vuol dire motivarsi nella vita di tutti i giorni e perchè è tanto importante?

Rimanere positivi anche durante momenti di forte stress permette di gestire meglio la propria vita ed il proprio benessere.

È inutile parlare dei benefici di una vita più positiva: ci sono moltissimi studi al riguardo che spiegano i vantaggi dietro al “pensiero positivo”.

Proprio per questa ragione è importante seguire alcune piccole regole che permettono a tutti di trovare il giusto motore per cominciare progetti personali o riuscire nella propria vita in maniera più positiva.

1 – Aspettati il meglio

Vivi la vita aspettandoti cose positive. Ogni giorno svegliati e, guardandoti allo specchio, ripeti a te stesso “Sento che succederà qualcosa di fantastico!”.

Sì, lo so, sembra sciocco ed inutile e ti sentirai in imbarazzo anche se sei da solo, ma ci sono molti studi che consigliano questo tipo di pratiche: complimentarsi aiuta a vedere il lato positivo di se stessi ed essere meno critici.

Se ti aspetti una buona giornata, l’avrai già trasformata in una buona giornata.

Questo è un potere che ti permetterà di vivere qualsiasi momento della tua vita con un sorriso in più.

2 – Controlla il possibile

Quando hai la possibilità di controllare una parte della tua vita, devi farlo. Molte cose sono facili da controllare, mentre altre sono fuori dalla tua portata.

Riconosci la differenza tra un evento fuori dal tuo controllo ed un evento controllabile.

Non permetterti di trovarti in uno stato emotivo talmente intenso da paralizzare i tuoi progressi. E certo, moltissime cose non saranno controllabili e non andranno bene, ma potrai sicuramente girargli attorno e trovare altre soluzioni.

Solo tu puoi controllare le tue reazioni

La vita prende le giuste direzioni quando si reagisce alle difficoltà nella giusta maniera. Per questo saper gestire le proprie reazioni è importante.

3 – Fatti inondare da informazioni positive

Cerca fonti d’ispirazione e resta motivato. Non importa se leggi un libro, vedi un video oppure ti fai complimentare da qualcuno.

Una fonte positiva è come un faro per la tua motivazione.

Che sia importante sottolinearlo: bisogna rimanere informati e non allontanarsi dal mondo che ci sta attorno, né bendarsi gli occhi davanti a notizie giornaliere negative o stressanti, ma bisogna essere capaci di aggiungere delle fonti di positività che aiuteranno a motivarsi nella vita di tutti i giorni.

4 – Sii positivo con gli altri e scegli persone positive

Attorniati di persone positive. Persone negative conversazioni che sono concentrare sui problemi ti distraggono dal raggiungimento dei tuoi obiettivi.

Accetta che ci sono momenti negativi, ma impara che esistono sempre maniere di viverli positivamente.

Nella vita ci saranno momenti difficili, e avere persone positive al proprio fianco che ti permetteranno di rialzarti o di vedere “l’altra faccia della medaglia”, saranno un’ancora di salvezza e ti permetteranno di prendere la vita nella maniera migliore.

5 – Impara dai tuoi errori

Ci sono moltissimi intellettuali che parlano di come gli errori possano essere una possibilità di crescita ed una fortuna, ma nessuno può esprimere questo concetto come ci riesce Henry Ford:

“L’errore ci dona semplicemente l’opportunità di iniziare a diventare più intelligenti. – Henry Ford”

Accettiamo gli errori e accettiamo la lezione che vogliono impartirci, in questa maniera potremo diventare persone migliori e più felici.

6 – Celebra tutte le tue vittorie

Ricordati di festeggiare le tue vittorie, che siano grandi o piccole: ricompensarsi gioca un importante ruolo quando si cerca di restare motivati.

Ricompensati ogni volta che riesci a raggiungere il tuo scopo.

Prendi sempre il tempo di celebrare le vittorie della vita.

La celebrazione può essere una festa, una settimana alla SPA o semplicemente un bicchiere di spumante.

7 – Ricordati di quello che hai conquistato

Ricordati delle tue vittorie. Molto spesso ci si dimentica delle vittorie conquistate col sudore, e si riparte da zero con le stesse insicurezze.

Portati sempre dietro un trofeo delle tue vittorie

Nessuno vuole che giri con delle coppe in mano quando stai passeggiando per strada o andando a lavoro, ma trova sempre simboli delle tue conquiste e conservale per quando ne avrai bisogno: quel quadro del paese dove hai vissuto, il certificato di quel corso appena terminato oppure una foto di quel momento importante sono solo alcuni degli esempi che è possibile portare.

Perchè rimanere sempre motivati?

In questa guida abbiamo solo grattato la superficie sulle ragioni e le tecniche necessarie per rimanere motivati, ma è possibile riassumere questo articolo con pochissime parole:

Non mollare, e ricordati che un viaggio non è nient’altro che un’insieme di passi.

Se ti è piaciuto il nostro articolo seguici su Facebook e condividilo, questo ci permetterà di crescere e di scrivere con più frequenza.

E tu ti senti motivato? Faccelo sapere nei commenti.

 

Iscriviti Alla Newsletter del Blog

Ricevi gli ultimi approfondimenti & le guide gratuite direttamente nella tua casella di posta. 
ISCRIVITI ORA
The following two tabs change content below.

Marco Verdi Demma

Un creatore di contenuti sempre insoddisfatto e alla ricerca dell'articolo perfetto. Risponde al motto “l'utile per scopo, il vero per soggetto, il blog per mezzo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *