3 Consigli su come utilizzare la Certificazione ISO 9001 come Strategia di Marketing

ISO 9001 & Branding

Ogni anno aumenta il numero di società che utilizzano le norme ISO 9001 come mezzo per ottimizzare i propri processi e ottenere una spinta in più nelle vendite dei loro prodotti o servizi.

Il sito ufficiale ISO ha dichiarato che il numero dei certificati ottenuti è cresciuto del 3% dall’anno passato, crescendo dal 1,476,504 fino al 1,519,952.

Se anche tu vuoi far parte di questo nuovo gruppo di compagnie certificate o stai pensando di seguire la regolamentazione ISO 9001:2015, sarai sicuramente alla ricerca di alcuni consigli per pubblicizzare ed implementare nelle tue strategie di mercato questa nuova certificazione.

Vuoi saperne di più su cosa sono le Norme 9001? Informati subito cliccando qui

L’ISO 9001 e il branding: una garanzia di qualità dell’azienda

Appena passato L’Audit 9001 sarà possibile ricevere la certificazione ISO 9001:2015, ma quale sarebbe la migliore maniera di valorizzare la certificazione stessa e garantire di ottenere il massimo a livello di marketing?

In questa miniguida trovi alcune piccole strategie che ti permetteranno di valorizzare la tua impresa, permettendo di implementare la certificazione al branding effettuato sul prodotto.

1 – Non avere paura di valorizzarti

L’ISO 9001 è uno standard internazionale utilizzato da moltissime compagnie in tutto il mondo, che vengono scelte imparzialmente in seguito a vari auditing e all’ottimizzazione dei processi: più di un milione d’imprese ha deciso di affidarsi a questo tipo di standardizzazione, e per delle ottime ragioni: oltre a permettere l’accesso ad appalti pubblici (come, per esempio, in Italia), questa regolamentazione garantisce che la tua azienda sia votata alla soddisfazione cliente.

Per questa ragione una buona comunicazione è importante: implementare questo aspetto in una campagna pubblicitaria ti permette di mettere in evidenza un aspetto più umano e questo desiderio di crescita.

2 – Mostra ai tuoi clienti il tuo vero valore

Il concetto della certificazione di qualità ISO 9001 gira attorno ad una ricerca continua della soddisfazione del cliente: è importante che i clienti siano educati a comprendere che questo tipo di certificazioni sono standard di qualità che si riflettono sui prodotti e servizi ricevuti. Attraverso questo tipo d’educazione sarà possibile valorizzare la propria azienda e renderla più competitiva.

Questo è ancora più vero in situazioni in cui le aziende si ritrovano a dover soddisfare queste regolamentazioni per un cliente specifico: alcune imprese lavoreranno solamente con fornitori che sono certificati 9001.

Per questa ragione è importante non fermarsi all’audit ISO 9001 ma continuare a migliorarsi attraverso i processi di qualità instaurati per permettere, poi, una fidelizzazione di lunga durata.

Sottolineare l’importanza di un continuo miglioramento è indispensabile per cambiare la mentalità della propria compagnia e dei propri clienti: nel processo di branding l’ISO non è un pezzo di carta che si vuole mostrare, ma una vera e propria promessa di cambiamento.

3 – Evidenzia l’aspetto ecologico delle norme ISO

A chi non piace l’eco-friendly al giorno d’oggi? Chiunque volesse migliorare la propria azienda per renderla più “verde” e sostenibile, potrebbe dimostrare, grazie all’ISO, il proprio lato pulito.

Grazie all’utilizzo di un DMS (non sai che cosa sia? Clicca qui), sarà possibile porre tutti i manuali ISO 9001 e condividerli facilmente all’interno dell’impresa.

Promuovere la digitalizzazione nelle proprie strategie di marketing, insieme con il rispetto delle norme ISO 9001, è una combinazione vincente.

Ed è vero, nessun processo è perfetto, ma il sistema di regolamentazione ISO esiste esattamente per questa ragione: l’immagine che si vuole trasmettere nelle proprie campagne di marketing è quella di un’azienda in continua evoluzione e alla ricerca del’eco-sostenibilità.

Sarebbe opportuno, inoltre, mostrare come l’ottimizzazione dei processi abbia aiutato a diminuire l’impatto ambientale grazie alla diminuzione dei rifiuti prodotti dai vecchi processi inefficienti.

programmi di gestione documenti

ISO 9001 e il marketing: cosa non dire.

Mentre, fino adesso, abbiamo parlato di alcune maniere per migliorare la propria strategia di mercato in base all’acquisizione di una certificazione ISO 9001, resta il fatto che ci sono alcune accortezze necessarie da prendere per evitare di ritrovarsi in difficoltà durante le varie campagne social create per pubblicizzare il nuovo “status ISO”.

In poche parole: che bisogna evitare di fare?

1 – Non usare il logo ISO

ISO rimane un brand ed è proprietà intellettuale dell’azienda creatrice di questa certificazione. Moltissime aziende creano un logo specifico, spesso con i colori del logo dell’azienda stessa, per pubblicizzare il nuovo status acquisito.

2 – Specifica sempre il tipo di certificazione ISO 9001 ottenuta

Per esempio si può avere ottenuto una certificazione per aver rispettato le norme ISO 9001:2008 oppure 9001:2015. Sii specifico e non potrai sbagliare.

3 – La certificazione ISO 9001 non può essere inserita sui prodotti

Questo implicherebbe implicitamente che i prodotti stessi sono certificati. È importante capire che questo tipo di norme non è indirizzato a verificare la qualità del prodotto, ma a controlla la qualità dell’azienda produttrice.

4 – Mostra il tuo obiettivo

Quando si pubblicizza l’ISO bisogna mostrare esplicitamente lo scope valutato per ottenere le certificazione ISO, in base alle proprie attività svolte e alla zona geografica di provenienza.

5 – Un ultimo consiglio…

Nonostante tu stia pensando di utilizzare l’ISO per marketing e strategie di mercato, è importante capire che questa certificazione può effettivamente migliorare la produttività e l’efficienza all’interno di un’azienda, che questa sia piccolissima oppure internazionale.

Una politica mirata al miglioramento ISO attirerà sicuramente una clientela interessata a fornitori di fiducia e prodotti di qualità, diventando parte integrante del proprio brand di forma naturale.

Al contrario, utilizzare questa certificazione solamente per “sbloccare” alcuni tipi di appalti o rapporti con cliente, ma senza un vero e proprio miglioramento a livello dell’azienda, può essere nocivo in un piano a lungo termine.

 

Interessato alla riduzione dell’impatto sull’ambiente? Leggi anche: Certificazione 14001: di Cosa si Tratta e Come si Ottiene