Certificazione 14001: di Cosa si Tratta e Come si Ottiene

gestione ambientale

Quando si parla di certificazione 14001 si intende quello standard di gestione ambientale che minimizza l’impatto sul territorio ed esige lo sviluppo di progetti mirati al miglioramento del rapporto azienda-natura.

La certificazione 14001 e le aziende

“La correttezza ambientale e la sicurezza delle attività produttive industriali è (…) pre-condizione per ogni business”  –  geminieruopa

È importante che tu prenda coscienza del fatto che ridurre l’impatto sull’ambiente sta diventando prerogativa delle aziende le quali si troveranno a competere per creare un ecosistema migliore.

Sempre più aziende decidono di adottare un sistema di gestione ambientale e di certificarsi secondo la norma ISO 14001 oppure il regolamento EMAS. Soprattutto le piccole e medie imprese stanno sviluppando quella sensibilità necessaria per fare della tutela ambientale una priorità aderendo volontariamente (quindi senza nessuna obbligazione) a questa norma riconosciuta a livello internazionale.

In altre parole, l’azienda o l’organizzazione stabilisce di attuare e migliorare un proprio sistema di gestione ambientale.

L’azienda stabilisce tutta una serie di attività le quali garantiscono una conformità alle norme di legge, la gestione ambientale in modo efficace ed efficiente, e consente di individuare e pianificare gli interventi di miglioramento attraverso il monitoraggio dei risultati ambientali in materia di territorio.

Si può tranquillamente affermare che si tratta di un importante strumento di gestione delle imprese.

Le norme 14001 si rivolgono a tutti i tipi di imprese, da quelle manifatturiere alle aziende di servizi dato che gli aspetti ambientali che un ente deve prendere in considerazione sono di tipo diretto (parliamo per esempio dell’emissione in atmosfera o la produzione di rifiuti) e di tipo indiretto (ci riferiamo all’importanza che un’organizzazione riveste nell’indirizzare i comportamenti sia dei propri fornitori sia dei propri clienti).

È inoltre utile sottolineare che la ISO 14001 non è una certificazione di prodotto.

Le motivazioni che portano un’impresa a creare un sistema di gestione ambientale sono diverse.

Per esempio, la volontà di tutelare l’ambiente apporta una miglioria d’immagine dell’azienda sia a livello commerciale che sociale. Pensa a quelle aziende dislocate a livello territoriale in aree dove il rapporto con la comunità risulta difficoltoso.

Un altro elemento è la garanzia di continuità nel rapporto di fornitura con le aziende clienti nel senso che queste ultime non vedono minacciate le proprie forniture con possibili interruzioni dovute a provvedimenti legali per il non rispetto di normative ambientali.

Un’azienda che adotta questi sistemi ottiene una riduzione dei rischi ambientali in quanto limita le possibilità di sanzioni penali ed amministrative e più in generale di incidenti ambientali.

Gestire un minor rischio consente alle imprese di ottenere una riduzione dei premi assicurativi e le garanzie finanziarie che devono essere prestate per l’avvio di specifiche attività.

Se pensi alle aziende che si occupano del trattamento o del recupero rifiuti, noterai che attraverso l’adozione di una certificazione ambientale, quindi l’ISO 14001 o la regolamentazione EMAS vengono ridotte le garanzie finanziarie.

In base ai dati registrati fino al 31 gennaio 2012, In Italia sono state rilasciate circa 16.113 certificazioni ISO 14001 di cui 534 non sono state assegnate ad aziende ma bensì ad amministrazioni pubbliche quali comuni, province, autorità portuali ed altre amministrazioni dello stato sia a livello locale che nazionale.

Come ottenere un sistema di certificazione ambientale o Manuale ISO 14001

Quando un’azienda o organizzazione decide di ottenere una certificazione ambientale o manuale ISO 14001 si intraprende un processo che ha origine dall’analisi dei propri processi aziendali.

La fase uno dell’Audit ISO 14001 permette di studiare la documentazione relativa al sistema di gestione ambientale e di familiarizzare con le specificità dell’attività da certificare.

Questa tipologia di analisi ha come obiettivo ultimo la stesura della modulistica (questa comprende i costi, la pianificazione e la tempistica) che supporterà il sistema di gestione ambientale ed alla creazione di specifici strumenti in base al settore operativo aziendale.

Una volta terminata questa prima fase, si passerà al secondo gradino dell’iter di ottenimento di questa certificazione che consiste nella formazione del personale dipendente coinvolto nelle attività.

È fondamentale spiegare bene al personale la funzione e le responsabilità di ognuno sul sistema di gestione ambientale. I punti critici in materia di ambiente devono essere ben gestiti.

Infine, si verifica la realizzazione delle procedure delle istruzioni che si sono definite con l’azienda o l’organizzazione. In questa fase, l’azienda è pronta per richiedere la verifica da parte dell’ente di certificazione. Quest’ultimo, un organismo terzo autorizzato, suddivide la verifica in due parti: la prima è una verifica a livello legislativo mentre la seconda è una verifica sul campo, con obiettivo di assicurarsi che si rispettino le procedure stabilite dall’azienda. Può essere necessario proporre o adottare delle azioni correttive.

A questo punto, una volta che si è stabilita l’assenza di non conformità rilevanti, si delibererà sul rilascio della certificazione. Solo una volta che si è decretato che è tutto in regola, l’azienda può ottenere la certificazione ISO 14001.

Questa certificazione avrà valore triennale. Durante questo periodo si svolgeranno audit di mantenimento semestrali o annuali. Al termine dei tre anni, l’azienda o l’organizzazione dovrà richiedere un nuovo audit per il rinnovo della certificazione.

È importante specificare che qualora gli organismi di certificazione vogliano aumentare la fiducia nei servizi di cui dispongono, è opportuno richiedere il riconoscimento della propria competenza da parte di un organismo di accreditamento riconosciuto da IAF, International Accreditation Forum.

IAF è una associazione internazionale che riunisce organismi nazionali di accreditamento di 49 nazioni. Dal canto suo ISO, International Organization for Standardization, non ha potere sugli enti di accreditamento, ma sviluppa comunque le cosiddette norme volontarie internazionali, tra le quali si annovera la ISO/IEC 17001 che indica quelli che sono i requisiti fondamentali per la richiesta di accreditamento.

I vantaggi nell’ottenere la certificazione ISO 14001 e il DMS

Scegliere di ottenere la certificazione ISO 14001 ha innumerevoli vantaggi per l’azienda o l’organizzazione.

Prima di tutto si evita il problema dell’inquinamento. Rilasciare sostanze tossiche o rifiuti che vanno ad inquinare il territorio è sanzionabile con multe molto salate e provvedimenti legali. Inoltre, se contamini sei costretto a pagare delle assicurazioni molto alte.

Un altro beneficio della certificazione ISO 14001 è l’immagine che l’azienda da di sé. Preservare il medio ambiente rispettandone gli equilibri crea un apprezzamento generale in ambito sociale, economico e culturale.

Restando in ambito economico, un altro grosso vantaggio consiste nel risparmio. Un’azienda o un’organizzazione che ricicla o riduce i consumi registra un risparmio ragguardevole perché si limitano gli sprechi lungo tutta la catena di fornitura, dalla materia prima ai consumi energetici.

La certificazione ISO 14001 può anche contribuire ad una riduzione sostanziale della responsabilità dell’azienda o dell’organizzazione nei confronti della legislazione ambientale se ci si conforma a quanto è stato deliberato dalla ISO 14001.

Infine, chi è certificato ISO 14001 ha accesso a specifici finanziamenti pubblici.

L’augurio è che in futuro si verifichi un accentuarsi di questi principi registrando l’affermazione della certificazione, così come è successo nel caso dell’ISO 9000. Si innescherà una sorta di effetto domino.

Il cliente che dimostra una sensibilità sull’impatto ambientale e quindi lo previene vorrà che anche i suoi fornitori si comportino allo stesso modo. Di conseguenza, iI cerchio sarà definitivamente chiuso.

Non bisogna dimenticare inoltre che un’azienda certificata ISO 14001 ha una posizione di rilievo nel mercato e propone una gamma di prodotti maggiormente commerciabili. Questo è possibile grazie alla presenza del marchio ISO 14001 sui documenti aziendali.

Per DMS (sistema di gestione documentale) si intende una serie di soluzioni di gestione della documentazione che viene utilizzata con successo dalle organizzazioni certificate ISO, le quali includono le più grosse agenzie governative ed i settori privati facenti parte degli svariati settori industriali.

L’utilizzo di un DMS efficiente è sicuramente necessario alle imprese per conseguire diversi tipi di certificazioni ISO, tra cui l’ISO 14001, ISO 17025, ISO 22000, ISO 9001 e tanti altri. 

Per approfondire: Cosa Sono le Norme ISO e Perchè Sono Così Importanti

I vantaggi di utilizzare questo sistema informatico sono innumerevoli. Pensa a tutto quel materiale cartaceo e il carico di lavoro manuale, lungo e noioso che viene sostituito da un supporto telematico ed automatico come la creazione dei documenti, il controllo, l’approvazione, le modifiche e tante altre funzioni.

Grazie ad un sistema di gestione documentale, l’efficienza e la produttività aumentano notevolmente, le ore lavorative si riducono insieme al costo delle risorse, il servizio clienti migliora con un accesso facilitato e più rapido. L’elaborazione dei documenti interni si perfeziona grazie al supporto informatico.

Un ulteriore aspetto da non sottovalutare è l’ottimizzazione nel rispettare il regolamento e la legislazione.

programmi di gestione documenti